25 Aprile 2019 Festa della Liberazione insieme alle Madri de Plaza de Mayo

Pubblicato in America Latina, Argentina, Buenos Aires, Caravana, Desaparecidos, Diritti umani, Kabawil, madres, Senza categoria | Lascia un commento

Resumen Cordoba 24 aprile 2019

Il mattino come consigliato da Camilla, andiamo a vedere il piccolo negozio di Monte Adentro. Ci accoglie una ragazza che studia e lavora in cordoba e ci racconta brevemente la storia di alcuni prodotti come le conserve, il dulce de leche fatto col latte di capra, i vini del territorio, la Yerba mate ma. Anche la lana di capra e alcuni articoli di artigianato.


Nel pomeriggio Antonio ci porta al Barrio Buolevares, un quartiere operaio le cui vie prendono il nome dalle regioni da cui sono arrivati i migranti per lavorare nelle fabbriche, diverse portano anche nomi di regioni italiane. In questa zona gli abitanti hanno rimesso in funzione una ex bocciofila ricavandone un campetto da basket all’aperto, due spazi coperti per vari sport, un bar con cucina dove poi ci fermeremo a cena, e la biblioteca popolare intitolata a “Nelly Llorens” madre di desaparecidos e riferimento per la lotta delle madres per verita e giustizia a Cordoba.

Questa presentazione richiede JavaScript.

La biblioteca, ci racconta Marianna che ci accoglie, si autofinanzia perché lo stato non la riconosce come tale. Nonostante ciò questo piccolo spazio é un calderone di attività a cui partecipano bambini e ragazzi di tutte le età. Ci mostrano le creazioni dei “taller” artistici, di lettura e scrittura. Molto laboratori hanno un intento pedagogico che affrontano con serietà e sensibilità le questioni sociali come per esempio quella sulla violenza di genere. Prima di salutarci, tra le chiacchere, apprendiamo che Camilla del movimento campesino dallo sguardo determinato e le braccia incrociate, é nipote di Nelly. Tranquilla Nelly, i semi che hai lasciato sono diventati rigogliose piante gentili, forti e degne.

Filippo Bellini Cordoba 24 aprile 2019

Caravana 2019 – Existir y resistir

Associazione Kabawil – El otro soy yo

 

 

Pubblicato in America Latina, Argentina, Caravana, Desaparecidos, Diritti umani, Kabawil, Libri, madres, Senza categoria | Lascia un commento

Resumen Cordoba 23 aprile 2019

Ci alziamo senza fretta. La giornata è piovosa. Il programma del giorno prevede la visita alla “casa de medio camino” una struttura residenziale per giovani con fragilità psichiche ideato da Silvina come alternativa alla mera contenzione in centri psichiatrici. Quando arriviamo conosciamo i ragazzi, inizialmente timidi poi si dimostrano felici della presenza di questi “italianos”. Colo Axel e Bryan ci fanno vedere gli spazi del centro, fanno rap da autodidatti, ci chiedono di giocare a calcio, poi Luz invita a fare qualche passo di tango. Per pranzo Vicky ci prepara un “Rico” piatto di lenticchie.

Madres 2 casa medio camino

L’ambiente è allegro e sereno e si percepisce che il lavoro dell equipe sta dando i suoi frutti. Silvina, silvia: basaglia sarebbe fiero di voi!
Nel pomeriggio Eli ci accompagna in centro per andare a visitare il museo del centro di detenzione D2 dove vennero sequestrati torturati studenti e operaio durante i tragici anni dei crimini di Videla. L’ex commissariato é un posto talmente centrale da passare inosservato oggi quanto allora. Oggi, perché circondato da centri commerciali e palazzi per turisti e cittadini di fretta e distratti e adombrata dalla cattedrale.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Allora, perché (non avendo altro che campi intorno) proprio la cattedrale era l’unica costruzione vicino al commissariato. L’unica, che rispondeva alle urla (immaginiamo) delle torture con il silenzio complice e con i rintocchi di campana. Proprio i rintocchi, unica informazione che dall’esterno arrivata ai detenuti, hanno aiutato anni dopo all’individuazione del centro, che era stato murato con l’intento presuntuoso di nasconderlo per sempre. Oggi è un museo che mostra gli ambienti in cui lo strazio avvenne e parte dei documenti di archivio che è stato possibile recuperare. Tra i settori ve né: uno dedicato alla letteratura proibita durante la dittatura, una dedicata agli emigrati politici nel mondo, uno che mostra i processi in cui vengono condannati alcuni dei responsabili tra i militari.

La sera Silvina ed Eli hanno organizzato un asado che ribattezziamo scherzosamente “politico” dove tra gli altri invitati conosciamo Ceasar e Camilla, del  Movimento campesino di Cordoba che ci raccontano un po’ delle loro attività soprattutto nel nord della provincia e ci consigliano di andare a vedere il piccolo spaccio chiamato “Monte adentro” nella città di Cordoba, che vende in città i prodotti del movimento.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Filippo Bellini, Cordoba 23 Aprile 2019

Kabawil – El otro soy Yo

Caravana 2019 – Existir y Resistir

Pubblicato in America Latina, Argentina, Caravana, Kabawil, madres, Senza categoria | Lascia un commento

L’ UNICA LOTTA CHE SI PERDE E’ QUELLA CHE SI ABBANDONA”

Le Madres de Plaza de Mayo compiono il 30 di aprile il loro 42 compleanno di lotta iniziata contro la desaparicion dei propri figli chiarendo fin dall’inizio che questo era opera di una giunta civico-militare al servizio di un progetto economico neo liberista ed autoritario imperialista Usa denominato Plan Condor.

Madres 1

Progetto continuato anche al ritorno della democrazia formale e che hanno visto le Madres farsi Madri di tutti i 30 mila desaparecidos socializzando la maternità, rifiutando qualsiasi riparazione economica da parte del sistema, non mancando nemmeno un solo giovedì alle 15.30 in Plaza de Mayo marciando in senso antiorario davanti alla Casa Rosada presidenziale, costruendo una libreria-biblioteca, una Università Popolare, una Radio, una rivista, collaborando alla costruzione della unione continentale contro l’ Alba, partecipando da Gerusalemme a Sarayevo ad ogni lotta contro le guerre del imperialismo e tessendo una reti sociali combattive e rivoluzionarie in tutto il Paese. Anche contro Macri, da subito individuato come nemico del popolo, contro cui prima dell’insediamento le Madres hanno organizzato una marcia di resistenza di 24 ore nonostante il parere contrario di molti attendisti. Oggi il Fmi e Trump dettano legge e una brutale macelleria sociale ed economica sono fatto quotidiano i Argentina. Per questo Macri sta tentando con argomenti di comodo e cavilli di ogni tipo, di arrestarle, come hanno cercato di fare con la loro Presidente Hebe de Bonafini, o chiudere gli spazi dove le Madres e le reti sociali con cui operano. Lunedi la polizia provera’ a cacciarle dalla loro casa storica in Plaza Congreso. Per questo hanno richiamato la nostra attenzione e richiesto la solidarieta’ di tutti. Macri e il potere liberista ed autoritario cercano ancora, come avevano fatto i militari , di chiudere la bocca a queste donne indomite e ribelli che, nonostante abbiano tra gli 85 ed i 95 anni, lottano ogni giorno contro lo stesso sistema che ha fatto sparire i loro 30mila figli e che sta riducendo in miseria milioni di persone nel mondo ed in Argentina. D’ altronde come loro ci ricordano”

KABAWIL-EL OTRO SOY YO

HASTA SIEMPRE MADRES, ESTAMOS TODOS ALLI’ CON USTEDES.
NO PASARAN!

Grupos de apoyo a Madres ITALIA

Pubblicato in Argentina, Buenos Aires, Desaparecidos, Diritti umani, Kabawil, Senza categoria | Lascia un commento

Hasta siempre querida Chela

Hasta siempre, querida Chela, Madre dei 30.000.
Celia de Prósperi, lottatrice instancabile fino all’ultimo giorno.
Sarai sempre presente in ogni lotta! Non un passo indietro!

Apprendiamo della scomparsa della cara Celia de Prosperi.
Fin dal prima volta che ti abbiamo conosciuta, come ogni madre, lottatrice determinata, senza paura, piena di vita e di amore.
La tua dedizione per la causa, il tuo lavoro nell’archivio, donna e madre; sei stata partorita dai tuoi figli e hai vissuto la loro vita portando avanti le lotte che loro ti hanno trasmesso.
Kabawil el otro soy yo è orgogliosa di aver potuto condividere con Celia e con le Madres de Plaza de Mayo un “pedazo” del vostro eterno cammino! 

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

Pubblicato in America Latina, Argentina, Buenos Aires, Caravana, Desaparecidos, Kabawil, madres, Senza categoria | Lascia un commento

Buon 41° anniversario Madres de Plaza de Mayo!

Oggi – 30 aprile 2018 – l’Associazione Madres de Plaza de Mayo compie 41 anni di lotta e, come ogni anno che non possiamo essere presenti a Buenos Aires in questa data, abbiamo inviato il messaggio di auguri che segue.

Buona lettura e un abbraccio caloroso alle Madres de Plaza de Mayo.

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Todos son mis hijos a Trieste, venerdì 24 novembre 2017

Venerdì 24 novembre 2017 alle ore 18:00 presso la Libreria Dedalus di via Torrebianca 21/A a Trieste la Bottega del Mondo – Senza Confini Brez Meja, in occasione del 40° anniversario dell’Associazione Madres de Plaza de Mayo, organizza l’iniziativa “Argentina e desaparecidos: nel dolore delle madri la forza del cambiamento“.

Per l’occasione verrà proiettato il documentario “Todos son mis hijos” di Ricardo Soto Uribe, prodotto dall’Asociacion Madres de Plaza de Mayo la cui versione italiana è curata da Kabawil. Al termine della visione collettiva del film ci sarà la testimonianza di Luis Federico Allega, ex detenuto/desaparecido della dittatura argentina, l’intervento di Renato Di Nicola di Kabawil – El otro soy yo e il contributo di Amnesty International – sezione di Trieste.

Tutto il Nord Est è invitato a partecipare a questa importante iniziativa che rientra nel programma degli eventi collaterali del Festival del Cinema Latinoamericano di Trieste (18 – 26 novembre). L’ingresso è libero.

 

Qui l’evento Facebook.

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento