Hebe de Bonafini parla di noi in Plaza de Mayo

jueves12jan

Madres de Plaza de Mayo. giovedì 12 gennaio 2017

Giovedì 12 gennaio 2017, al termine della tradizionale marcia delle Madres de Plaza de Mayo nella principale piazza di Buenos Aires, Hebe de Bonafini, ricordando la quarantennale lotta dell’Associazione e le iniziative che si stanno preparando per il prossimo aprile, ha raccontato il nostro lavoro di diffusione del loro messaggio in Italia, in particolare per quanto riguarda la promozione del nuovo documentario che racconta la loro storia – Todos son mis hijos – la cui edizione italiana è stata curata proprio dal nostro Gruppo di appoggio.

Questo il passaggio in cui parla di noi:

En Europa ya comenzaron los recordatorios. En Italia, el grupo que viene siempre tradujo la película y ya la pasaron en Sulmona (Abruzzo), Termoli (Molise) con un éxito impresionante. Ahora se va a pasar en Roma, la primera semana de febrero; en Pescara, el 8 de marzo; en Milan, la segunda semana de marzo; en Génova, la tercera; en Torino, la primera semana de abril. Sin fecha, pero ya aprobado que se va a pasar: en Bologna, Venecia, Nápoli, Chieti, Palermo, Ancona, Verona, Lanciano y L’aquila. Acá nos ha costado muchísimo pasarla porque les toca el culo a muchos que un montón de mujeres contemos lo que nos pasó ante el silencio de tantos. Pero espero que a alguno se le ocurra tener la misma idea de pasarla con el mismo resultado de silencio y aplausos de los italianos.

Non è la prima volta che le Madres de Plaza de Mayo ricorda pubblicamente il nostro lavoro in Italia e in Europa; ogni volta per noi è motivo di grande orgoglio e soddisfazione, è un riconoscimento simbolico, ma concreto, del nostro lavoro totalmente volontario al fianco delle Madres. Questi apprezzamenti ci dimostrano quanto queste donne hanno ancora molto da insegnarci e quanto sono un esempio di buona politica in tutta Europa.

Oltre a citare noi, l’Associazione è entrata nel dibattito politico attuale argentino tornando ad attaccare Macri per la repressione messa in atto contro i lavoratori della strada di Once e contro le comunità indigene Mapuche che resistono all’accaparraggio delle terre da parte di Benetton. (Leggi qui tutto il discorso di Hebe).

 

Con l’occasione ricordiamo che stiamo diffondendo la versione italiana del documentario Todos son mis hijos in tutta Italia, chiunque fosse interessat* a proiettarlo può contattarci all’indirizzo mail kabawil.associazione@gmail.com.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...