Sabato Kabawil parteciperà all’incontro in Vaticano tra Papa Francesco e i movimenti popolari di tutto il mondo

header_mov_pop-1Il Gruppo di appoggio italiano alle Madres de Plaza de Mayo argentine – Kabawil-El otro soy yo – parteciperà con una propria delegazione – in gran parte proveniente dall’Abruzzo (Pescara, Chieti e Sulmona) – alla plenaria finale del Terzo Incontro Mondiale dei Movimenti Popolari che si sta tenendo in Vaticano in questi giorni. Ospiti del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, faremo parte delle varie delegazioni di movimenti italiani che giungeranno a Roma per incontrare i movimenti sociali di tutto il mondo e ascoltare il discorso conclusivo di Papa Francesco.

Parteciperemo con la nostra testimonianza e il nostro impegno quotidiano al fianco delle Madres de Plaza de Mayo, che da 40 anni socializzano la maternità e lottano per un mondo più giusto. Per noi sarà motivo di grande crescita – come singoli e come collettivo – incontrare i tanti delegati dei movimenti che in tutto il mondo lottano per la difesa dei beni comuni, dell’ambiente e dei diritti umani, per il diritto al lavoro, alla terra e alla casa, per la difesa della democrazia e il progresso e l’emancipazione delle classi più povere. Condividiamo in pieno l’intento generatore che Papa Francesco ha voluto dare a questo appuntamento ormai annuale (la prima edizione risale al 2014) e ciò ci spinge a continuare il nostro impegno quotidiano al fianco dei poveri e degli esclusi, come le Madres de Plaza de Mayo ci insegnano ogni giorno.

Nel maggio scorso abbiamo già avuto modo di confrontarci con il Papa in occasione della visita privata di Hebe de Bonafini in Vaticano, una visita storica che ci ha svelato come l’impegno quotidiano delle Madres de Plaza de Mayo e di tanti di noi per gli “ultimi degli ultimi” è in linea con le volontà di Francesco di riportare le periferie al centro dell’azione politica dei leaders mondiali al fine di avviare un’analisi critica dei modelli di sviluppo attuali per poterli ripensare e cambiare radicalmente.

Forza principale di questo cambiamento – teorizzato nell’enciclica Laudato Si’ – sono i movimenti popolari mondiali che, secondo il Papa, devono tornare ad essere portavoce dei bisogni collettivi delle classi subalterne e attori politici protagonisti del cambiamento strutturale di cui gli esclusi di tutto il mondo ne avvertono la urgente necessità.

Il nostro impegno al fianco delle Madres de Plaza de Mayo ci spinge a confrontarci quotidianamente con chi ha le stesse nostre ambizioni di cambiare il mondo. Sabato in Vaticano avremo l’occasione di incontrare tante persone che condividono con noi lo stesso cammino verso la giustizia globale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...