La Carovana Kabawil a Córdoba

I giorni trascorsi nella città di Córdoba, ospiti di Silvina, sono stati molto intensi.

Abbiamo conosciuto persone straordinarie, che ci hanno accolto calorosamente e con le quali abbiamo condiviso idee ed esperienze di forte emozione nei momenti in cui ci hanno fatto partecipi del loro impegno lavorativo e culturale in diverse realtà.

Silvina, con il suo team straordinario formato da Manuel, Silvia, Elisabetta e Chino, si occupa della riabilitazione psicosociale di persone con problemi di salute mentale nella Casa del Medio Camino. Degli ospiti della Casa abbiamo conosciuto le storie, abbiamo partecipato alle loro attività ricreative e condiviso il pranzo.

Nella splendida casa di Silvina, intorno alla tavola conviviale insieme ai suoi amici-collaboratori, a Emanuel (Peroncho) e ad Antonio abbiamo approfondito la conoscenza della situazione politica e sociale che sta vivendo l’Argentina.

Tramite Antonio abbiamo conosciuto Maria Laura, Mariana e Fulviobiblionelly promotori della Biblioteca Popular Nelly Llorens del Barrio Los Boulevares, all’interno di un complesso, riattivato grazie all’impegno di uomini e donne molto motivati, con spazi in cui si svolgono varie attività culturali e ricreative. Nella biblioteca ci aspettavono le donne che la frequentano abitualmente e ci hanno mostrato le varie attività che svolgono e narrato le loro storie di vita.

Nelly Llorens, la madrina della biblioteca, è una Madre di 97 anni, ancora molto battagliera ci ha raccontato in un buon italiano la sua lotta in memoria dei suoi due figli e delle nuore desaparecidos.

QUESTIONANDO SULLE MADRI:
Una Madre è una mamma,
Tutte le mamme possono essere Madres?

A Buenos Aires l’incontro con le Madres, con la loro forza, la loro costanza, la loro passione, la loro tenacia, la loro gioiosa “comunanza”, la loro eterna maternità.
A Córdoba, nella Casa del Medio Cammino, l’incontro con figli che portano dentro di loro ferite profonde causate dalle proprie mamme, figli abbandonati, figli non difesi, figli non protetti, figli non amati…
A Buenos Aires c’è Hebe che, sotto il peso dei suoi anni, fatica a salire su un palco e quando prende la parola accade il miracolo, si erge con fierezza, cade il mantello dei suoi anni e torna la madre di 39 anni fa. Inizia il suo “ablare” che non è un semplice parlare e comunica, trasmette con energia, passione, calore il suo pensiero politico mai abbandonato, mai tradito, mai contrattato. Hebe è una Madre.
A Córdoba c’è Silvina, nella Casa che ha istituito per ospitare persone in difficoltà lei è la “dottora”, l’amica, la confidente, il punto di riferimento, l’affettività. Silvina è una Madre.

Colomba e Maria Teresa

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...