I progetti delle Madres de Plaza de Mayo. Report terzo e quarto giorno di Carovana

Le giornate del 25 e del 26 aprile 2016 – terzo e quarto giorno di Caravana – le abbiamo dedicate alla scoperta dei progetti delle Madres de Plaza de Mayo, in particolare la radio e la casa editrice.

RadioMadreLunedì 25 aprile, festa della Liberazione in Italia, abbiamo avuto l’occasione di dialogare con il direttore di Radio Madre AM530, la radio delle Madres de Plaza de Mayo (ascoltabile anche in streaming dall’Italia), che ci ha illustrato la situazione attuale dell’emittente “madrista”. Purtroppo le notizie non sono buone: il progetto che caratterizza da anni l’attività delle Madres è in difficoltà a causa dei tagli dei finanziamenti del nuovo governo Macri e del depotenziamento della Ley de Medios, la legge sulle telecomunicazioni simbolo dell’Argentina democratica. Il progetto resterà ovviamente in piedi e continuerà a camminare da solo, ma tutta l’équipe di professionisti sta pensando, di concerto con le Madres de Plaza de Mayo, di reinventare la propria attività e le proprie finalità.

ilmanifesto

Il manifesto, 30.04.2016

Martedì 26 aprile, alla mattina, abbiamo assistito all’intervista telefonica che Hebe de Bonafini ha rilasciato alla giornalista del manifesto, Geraldina Colotti, pubblicata sabato 30 aprile. L’intervista, effettuata in occasione del 39° anniversario dell’Associazione delle Madres, si è soffermata sull’attualità argentina e sul ruolo che le Madres de Plaza de Mayo hanno avuto finora e avranno nel processo di consolidamento della democrazia.

Prima di pranzo, in cui abbiamo condiviso empanadas con tutte le Madres de Plaza de Mayo, abbiamo visitato l’archivio delle Madres, ricco di documenti che ricostruiscono la storia del gruppo dal 1976 al giorno d’oggi. Successivamente abbiamo avuto un editorialMadrescolloquio con Belen, la responsabile dell’Editorial Madres de Plaza de Mayo. Anche la casa editrice, a causa del taglio dei finanziamenti governativi, ha ridimensionato molto l’attività e sta scegliendo di pubblicare solamente testi di rilievo legati al mondo delle Madres de Plaza de Mayo. Nell’ultimo anno la casa editrice ha dato un notevole contributo al mercato argentino pubblicando i testi del giudice della Corte Interamericana dei Diritti Umani, Raul Zaffaroni, sul costituzionalismo latinoamericano e sulla pachamama. L’Editorial risulta essere ancora un progetto molto interessante per la diffusione della storia e dei valori che caratterizzano le Madres de Plaza de Mayo e i testi finora pubblicati rappresentano un lascito importante per le giovani generazioni. Dopo un giro nella libreria per acquistare gli ultimi titoli mancanti nelle nostre biblioteche, ci siamo dati alla visita della città.

Alla sera abbiamo mangiato piatti tipici della cucina peruviana in compagnia del tanguero El Indio, nostro amico da anni.

Riccardo

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...