Hebe in #Ecuador per l’inaugurazione della nuova sede dell’#Unasur intitolata a Néstor Kirchner

hebe-quito

Hebe all’inaugurazione della statua di N. Kirchner nel piazzale antistante la nuova sede Unasur di Quito.

Quest’anno la Giornata Mondiale dei Diritti Umani (10 dicembre 2014) arriva in un momento speciale per le Madres de Plaza de Mayo. Da poco l’Universidad Popular è diventata università pubblica specializzata nell’insegnamento dei diritti umani, mentre le Madri stanno ottenendo numerose attestazioni di stima per la coerenza e la forza della loro lotta trentennale. Simbolica è stata la presenza di Hebe de Bonafini all’inaugurazione della nuova sede dell’UNASUR a Quito, in Ecuador, la settimana scorsa. Il palazzo, intitolato a Néstor Kirchner in quanto ispiratore e fondatore del nuovo organismo integrazionista, sarà la sede in cui avverrà la reale unità latinoamericana, in cui i popoli potranno incontrarsi con i propri governi per costruire la Patria Grande Latinoamericana.

L’invito dimostra come le Madres sono diventate un simbolo per tutta l’America Latina: Hebe era l’unica rappresentante di un movimento popolare sudamericano. Insieme a lei tutti i presidenti promotori della nuova Organizzazione:  Rafael Correa (Ecuador), Cristina Fernández de Kirchner (Argentina), Dilma Ruosseff (Brasil), Juan Manuel Santos (Presidente Colombia), Evo Morales (Bolivia), Nicolás Maduro (Venezuela), Desaire Bouterse (Suriname), Donald Ramotar (Guyana), Horacio Cartés (Paraguay) e il segretario generale Unasur, Ernesto Samper.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in America Latina, madres e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...