LA REVOLUCIÓN SE HACE CONSTRUYENDOLA. Appello per la Caravana in solidarietà alle Madres (17 aprile – 3 maggio 2014)

LA REVOLUCIÓN SE HACE CONSTRUYENDOLA

Caravana en Argentina en ocasión del 37° aniversario de Las Madres de Plaza de Mayo (17 abril – 3 mayo 2014).

Come avviene già da qualche anno l’Associazione Kabawil-el otro soy yo organizza un viaggio collettivo per conoscere da vicino i processi sociali e culturali  dell’Argentina. Questo viaggio è chiamato Carovana (Caravana) e scegliamo di farlo nei giorni in cui si festeggia l’anniversario delle Madres che sono per noi un punto di riferimento e di cooperazione importantissimo.

In passato abbiamo scelto come filo conduttore del viaggio un tema che prendesse spunto dalla loro storia, pratica sociale e politica. Temi scelti anche in relazione al nostro agire sociale e di trasformazione della realtà.

Quest’anno abbiamo pensato alla idea forte, coerente e concreta della rivoluzione quotidiana, e insieme strategica, delle Madres: questa rivoluzione non evoca l’assalto al palazzo d’inverno, non è un atto o una serie di azioni ma un processo qualitativo e quantitativo che cambia lo stato di cose presenti. Rivoluzione che è rottura qui ed ora dei meccanismi politici, sociali e culturali del potere autoritario e che quindi non rimanda la  realizzazione della stessa ad un domani indefinito. Una rivoluzione che, per essere tale, e non trasformarsi nel suo contrario, vive come processo di relazioni, spazi e tempi  da liberare. Una rivoluzione come prassi che non divide i mezzi  dai fini, il pensiero dall’azione ma che congiunge analisi concrete e sogni verso un mondo di spazi e tempi, relazioni, metodi e pratiche liberanti e non solo liberate.

Le Madres hanno ancora molto da insegnarci.

La “socializzazione della maternità”, il rifiuto della riparazione economica come compensazione della vita dei propri figli,  il processo intimo – ma allo stesso tempo  politico – della trasformazione del dolore in lotta e vita gioiosa. Queste straordinarie donne  fanno del proprio corpo il mezzo principale di cambiamento: la rivoluzione comincia dal sé  per giungere all’altro. A tal proposito le Madres adottano lo slogan “ El otro soy yo” (L’altro sono io): con questa “motto” (consigna) esse rompono le barriere del tempo dominante e scelgono di  non farsi possedere da  nessuna guida  esterna o ideologia. “L’altro sono io” si concretizza nella attenzione costante ai processi culturali, alle dinamiche giovanili e a quelle della riappropriazione sociale, al collegare costantemente le proteste con proposte alternative.

Tutto ciò lo abbiamo verificato da vicino in tutte le attività delle Madres: dall’aiuto  alle fabbriche recuperate e rimesse in produzione dai lavoratori alla realizzazione di una Università popolare, di una radio nazionale, dal recupero di spazi culturali alla costruzione di quartieri o di presidi di accoglienza per le donne, all’ideazione di luoghi ed iniziative di “memoria fertile”. Lo abbiamo visto anche attraverso la loro capacità di individuare nell’adesione ai progetti di rifondazione dello stato argentino e della Patria Grande latinoamericana il terreno fondamentale della lotta e del cambiamento storico-politico.  

Andiamo in Argentina desiderosi di scoprire nessi e costruire collegamenti perché anche noi abbiamo un mondo da cambiare.

Programma provvisorio della Caravana:

-partecipazione alle attività organizzate dalle Madres de Plaza de Mayo che si riuniscono a livello nazionale in occasione dell’anniversario della nascita dell’Associazione. 4/5 gg. ( dal 27 al 30 aprile ).

-giro conoscitivo e/o approfondimento dei luoghi di radicamento delle Madres a Buenos Aires (Ecuni-Radio-Università, etc.) 2/3 gg.

-viaggio di 2/3 giorni a Córdoba (in auto di linea) per conoscere la città ed incontrare il collettivo di donne e giovani che lavora con le Madres sul tema della salute mentale e sociale e che ha organizzato il Convegno di Salute mentale dello scorso settembre.

-incontri serali in Buenos Aires con i centri di aggregazione sociale, culturale e politica alternativi con l’utilissimo accompagnamento di Indio (uno dei più conosciuti e stimati ballerini di tango-milonga popolare).

Le uniche attività obbligatorie per  tutti ovviamente sono quelle legate alle Madres.

Ci sarà modo e tempo per organizzarsi autonomamente per visitare Buenos Aires  e svolgere attività di altro tipo.

Logistica e costi

Abbiamo previsto di dormire in un  albergo discreto e poco costoso che è vicino alla sede delle Madres per facilitare il coordinamento e l’organizzazione dei partecipanti oltre  he per ottimizzarei tempi.

Ovviamente chi vuole può anticipare e/o posticipare le date del viaggio o può  organizzare delle escursioni in altre zone del Paese, concordando sempre il tutto con gli organizzatori della Caravana.

Il costo totale dovrebbe aggirarsi intorno ai 1500/1600 Euro, comprensivo di: biglietto A/R, assicurazione (personale, volo, bagagli, sanitaria), trasporto da e per aereoporti, hotel, quota per organizzazione Caravana. Tenete conto che abbiamo interessato 2 agenzie specializzate in voli con  l’Argentina e potremmo ottenere anche migliori prezzi. A questo scopo bisogna mettere da parte subito una somma di 800/900 Euro a persona in modo da  chiudere in fretta (1/2 giorni ) in caso di ottima offerta. A questo proposito si potrà utilizzare un c/c bancario apposito.

Chiunque sia interessato a partecipare può scrivere all’inidirizzo mail dell’Associazione kabawil.associazione@gmail.com

Immagine del gruppo di Kabawil durante la Caravana 2012 - Marcia del giovedì in Plaza de Mayo

Immagine del gruppo di Kabawil durante la Caravana 2012 – Marcia del giovedì in Plaza de Mayo


Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Caravana, Rete e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a LA REVOLUCIÓN SE HACE CONSTRUYENDOLA. Appello per la Caravana in solidarietà alle Madres (17 aprile – 3 maggio 2014)

  1. Pingback: Venerdì 21 febbraio presentazione della Caravana Kabawil 2014 a Roma | Associazione Kabawil – El otro soy yo

  2. Pingback: L’#Ecunhi compie dieci anni di vita! | Associazione Kabawil – El otro soy yo

  3. Pingback: Tango popolare e Madres. #Intervista a Pedro #Benavente, in arte “El #Indio” a cura di Enrico Vecchiotti | Associazione Kabawil – El otro soy yo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...